Vaccino Astrazeneca: Hong Kong annulla gli ordini per il 2021, “timori per i gravi effetti collaterali ed efficacia contro nuove varianti”

Vaccino Astrazeneca

09/04/21- Hong Kong ha chiesto, questo venerdì 9 aprile, la sospensione del suo ordine di vaccini da AstraZeneca. La causa: i timori di effetti collaterali sulla popolazione e di un’efficacia ritenuta inferiore a fronte di nuove varianti rispetto ad altri vaccini. Dopo Francia, Italia, Spagna e molti altri paesi, tocca a Hong Kong cambiare la sua politica sui vaccini con AstraZeneca. Ma a differenza dei paesi accennati, la regione amministrativa speciale della Cina intende porre fine al vaccino contestato. Hong Kong ha infatti confermato, venerdì 9 aprile, di aver chiesto ad AstraZeneca di sospendere l’ordine per i vaccini Covid-19 per timori di effetti collaterali e preoccupazioni sulla sua efficacia contro nuove varianti del coronavirus. Mercoledì, l’EMA ha riconosciuto che la formazione di coaguli di sangue dovrebbe essere elencata come un effetto collaterale “molto raro” del vaccino AstraZeneca, portando molti paesi a sospendere la vaccinazione con questo siero per le persone che non hanno raggiunto una certa età. Giovedì il governo britannico ha fatto uno sforzo per rassicurare la popolazione sulla sicurezza dei vaccini, ritenendo che il rischio di ammalarsi gravemente a causa del Covid-19 fosse molto maggiore. Il ministro della Salute di Hong Kong Sophia Chan, ha dichiarato venerdì di aver chiesto ad AstraZeneca di non fornire piu’ le dosi di vaccino che dovrebbero arrivare quest’anno. “Crediamo che non sia necessario che AstraZeneca consegni i vaccini alla città entro la fine dell’anno”, ha detto, aggiungendo che Hong Kong vuole “evitare qualsiasi spreco a causa della loro scarsità in tutto il pianeta”. Il ricco centro finanziario si è assicurato la consegna di vaccini per i suoi 7,5 milioni di persone. Ha firmato contratti per 7,5 milioni di dosi ciascuno con l’alleanza tedesco-americana Pfizer / BioNTech BioNTech / Pfizer e il laboratorio cinese Sinovac, che hanno entrambi iniziato a fornirli. La signora Chan, però, ha chiarito che Hong Kong vuole studiare anche la possibilità di ottenere altri vaccini con migliore efficacia sulle varianti del coronavirus. All’inizio di questa settimana, David Hui, esperto di salute pubblica e consigliere del governo, ha invitato Hong Kong a sostituire AstraZeneca con il vaccino monodose prodotto da Johnson e Johnson.

Fonte:Capital.fr

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: