Advertisements

GUIDA DI SOPRAVVIVENZA PER PERSONE CON SINDROME DI ASPERGER: CONVERSAZIONE, CONOSCENZE GENERALI, NOMI

conversazione guida aspergerCapitolo 7 – CONVERSAZIONE

  • E’ risaputo che l’arte della conversazione viene effettuata all’interno di un insieme di regole vincolanti.
  • Quando le persone prendono parte a una conversazione, quello che dicono è normalmente conseguente all’ultima cosa che è stata detta. Restate attinenti in modo che il flusso della conversazione non venga interrotto.
  • Fate attenzione a non confermare l’ovvio. Evitate di porre domande quando conoscete già la risposta. In questo modo la conversazione rimane utile.
  • Cercate di evitare di ripetere o di riformulare le frasi se siete già stati capiti. Cio’ puo’ risultare difficile perchè la ripetizione dei pensieri è fondamentale nell’autismo. Lo stesso pensiero puo’ girarvi nella testa ossessivamente. Se non potete fare a meno di parlarne, almeno cercate di riflettere su nuovi spunti o differenti modi di presentarli, o ancora meglio, cercate di indirizzare la conversazione verso altri argomenti. Io cerco sempre di pensare a cose nuove, e questa sembra essere una buona decisione per me.
  • Ci possono essere degli argomenti che vi appassionano e di cui volete parlare. Se l’auditore ha un’aria vaga, e lo sguardo al di sopra delle vostre spalle, forse si sta annoiando. “ Sono desolato/a, parlo senza fermarmi, perchè questo è uno dei miei argomenti preferiti”.
  • Alcune persone possono anticipare una risposta senza darvi la chance di finire la vostra frase. Tuttavia, se vi hanno anticipato correttamente, generalmente non è necessario per voi terminare.
  • Se dite qualche cosa senza senso per le persone che vi circondano, probabilmente si annoieranno, ma probabilmente vi perdoneranno. In fondo, tutti qualche volta lo fanno, solo cercate di non farlo spesso.
  • Se c’e’ qualche cosa che avete bisogno di dire che non è pertinente ma che è importante, per esempio “ Bobo ha telefonato e ti cercava “ o “ vorrei parlarti di qualche cosa che mi preoccupa “ è meglio trovare una persona giusta che non sia impegnata in un’altra conversazione. Cercate di trovare il momento opportuno. Se avete bisogno di fare una telefonata e pensate di dimenticarvi se aspettate troppo a lungo, è sufficiente scrivere un biglietto e lasciarlo vicino al telefono.
  • Se avete la necessità di dire qualche cosa d’importanza vitale, “ Bob ha appena preso un brutto colpo alla testa ed è incosciente “, DOVETE interrompere la conversazione.
  • Per unirvi ad una conversazione dovete anche ascoltare. Ascoltare puo’ risultare particolarmente difficile, soprattutto se dovete tenere le orecchie aperte per 24 ore al giorno, ma migliorerete con la pratica. La cosa piu’ importante è ascoltare la trama della conversazione.
  • Se le persone cercano il tuo contatto visivo, puo’ significare che sono interessate alla tua opinione.
  • E’ piu facile ascoltare se non hai pregiudizi o idee preconcette su cio’ che dirà qualcuno.
  • Alcuni argomenti di conversazione sono tabu’ e se avete dei dubbi, è meglio abbandonarli.
  • Quando una conversazione diventa emotiva, le persone spesso dicono cose come, “non mollare “, “andrà tutto bene “, “ wow ! super “, “ bel lavoro ! ”, o “ bravo! “. Quando tenterete di dire queste cose all’inizio vi sembreranno tristi e sentimentali, ma queste espressioni servono , ed hanno lo stesso scopo di ricordarsi di comprare una cartolina di auguri di buon compleanno per qualcuno. Servono ad aprire una conversazione e invitare l’altra persona ad esprimere quello che sente.

CONOSCENZE GENERALI

  • Spesso le persone autistiche sono molto brave nell’individuare i dettagli, questo si ottiene facendo degli sforzi consapevoli e nonostante tutto potrebbero avere dei grossi problemi nel trovare i dettagli che sono veramente importanti.
  • Inoltre, essendo assorbiti nei loro pensieri, puo’ diventare difficile imparare “ le cose al volo ” che è il modo utilizzato dalla maggior parte delle persone non autistiche.
  • Potrebbe essere difficile unirsi ad una conversazione, se non avete le nozioni generali necessarie. Il problema con questo tipo di conoscenze e che non esiste una sola fonte da cui è possibile trarre informazioni, ecco alcuni consigli:
  • I discorsi generali nelle conversazioni normalmente si concentrano sullo sport ( in Quebec sull’ Hockey ), la musica, i film, la politica, i mezzi di comunicazione, la TV, la gente, i personal computer, i vestiti, gli hobby e i divertimenti. E’ raro trovare qualcuno che sia un esperto di tutte queste cose.
  • Molti adolescenti e giovani autistici amano la musica e si concentrano di piu’ sulle pop-stars piuttosto che sulle canzoni che scrivono. A volte scelgono i loro partners in funzione della loro somiglianza a una vedette della musica o dello sport. A volte, devi accettare il fatto che con questo tipo di persone potresti non essere compatibile e quindi devi cercare amici altrove.
  • In riferimento allo sport ( per esempio l’hockey ) puo’ anche essere piuttosto selettivo. Lo sport è un’occupazione molto patriottica. Le persone sono amiche l’una con l’altra se sostengono la stessa squadra, ma litigano e discutono con quelli che supportano la squadra avversaria.
  • La televisione, la radio, i periodici, le biblioteche, le videoteche e i giornali possono aiutare a saperne di piu’ su questi argomenti. Inoltre, in molti opuscoli inseriti nelle riviste si possono trovare elenchi degli album piu’ popolari, dei cd e dei film. Tuttavia, essere costretti ad imparare qualcosa che non vi interessa, puo’ essere comunque uno spreco di tempo perchè forse non avrete voglia di unirvi a conversazioni sull’argomento.
  • Se decidete di insegnare a voi stessi le conoscenze generali che vi servono per affrontare alcune conversazioni, è importante imparare ad ascoltare i discorsi degli altri, facendo particolare attenzione alle citazioni sui personaggi celebri quando vengono menzionati. Questo puo’ rendere il processo di apprendimento piu’ veloce.

NOMI

  • Imparare i nomi delle persone puo’ essere un problema, ma è molto importante per affrontare temi di conversazione sui personaggi famosi oppure sulle trame dei film, dei libri, specialmente i gialli.
  • Anche imparare i nomi delle persone che conoscete personalmente, puo’ risultare difficile, ma non è essenziale, come probabilmente pensate. Se vi ricordate di non chiedere il nome a qualcuno piu’ di due volte, e dopo questo non riuscite a rammentare il suo nome, ascoltate quando una persona lo chiama, in questo modo riuscirete a farla franca e non passerete per quello/a che ha una cattiva memoria per i nomi.
  • Un consiglio pratico per ricordare i nomi consiste nel farsi una nota mentale per collegare i volti: per esempio, Sara “è quella che ha un piercing al naso “ o Bob “ è quello che ha i baffi “ .

Tradotto da Mondo Aspie
Fonte: Survival guide for Asperger

Advertisements

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...