Advertisements

GUIDA DI SOPRAVVIVENZA PER PERSONE CON SINDROME DI ASPERGER: IL LINGUAGGIO DEL CORPO

guida per asperger il linguaggio del corpoCapitolo 5- Il linguaggio del corpo

Il linguaggio del corpo non comprende solo i gesti, ma include anche le espressioni facciali, lo sguardo, il tono della voce e qualche volta è modificato dai vestiti che indossi.

  • Alcune persone riescono a gestire il linguaggio del corpo come un’arte, ma molte altre lo trovano difficile.
  • Molte persone possono sentirsi costantemente in paranoia per via del loro linguaggio del corpo, inclusi quelli che sono molto bravi nella comunicazione non verbale.
  • Esprimere l’emozione sbagliata o ridere quando non è il momento giusto puo’ diventare imbarazzante. Questo puo’ accadere quando pensate a qualcosa e invece le persone intorno a voi stanno parlando d’altro. Se qualcuno reagisce al vostro comportamento ditegli che la vostra mente era altrove.
  • Se qualcuno vi parla di un argomento emozionante e voi non rispondete con lo stesso linguaggio del corpo, questa persona  probabilmente penserà che voi mancate di empatia oppure che siete indifferenti a quello che sta dicendo.
  • Se qualcuno vi dice che non usate abbastanza linguaggio del corpo, potete provare a enfatizzarlo, ma non troppo, senza strafare perchè potrebbe sembrare artificiale.
  • Una parte del linguaggio del corpo consiste nelle gentilezze come “scusa”, “per piacere”, “grazie”, “ciao”, “a presto” e a essere il primo a salutare . Bisogna fare uno sforzo per dire queste cose ma si suppone che la cortesia sia uno sforzo. Ho citato delle formule di cortesie famigliari ( non troppo formali, non eccessivamente educate ), il grado di gentilezza che sceglierete  dipenderà dalle persone che avrete davanti.
  • E’ meglio evitare di mettersi dietro a qualcuno che non puo’ vederci, perchè girandosi potrebbe spaventarsi. Questo è molto importante specialmente se sei grande o alto. In un autobus oppure in un treno molto affollato, non puoi fare diversamente.
  • Fare la doccia o un bagno tre volte a settimana potrebbe richiedere uno sforzo, come anche mettere il deodorante. Ricorda che potresti emanare un cattivo odore e non accorgertene, è piu’ facile parlare con le persone se ci si sente puliti.
  • Se sei bravo con il linguaggio del corpo, oppure hai l’aria cool, le persone saranno meno inclini a fare delle eccezioni se commetti un errore senza saperlo.
  • Se sei un adulto e in particolare se hai una statura imponente, è meglio evitare di correre a meno che la strada non sia vuota. E’ corretto correre per prendere un autobus o un treno per non aspettare mezz’ora in piu’ oppure se avete fretta. Se invece volete fare running, portate con voi un pantaloncino oppure il pantalone di una tuta in modo che le persone si accorgano che state facendo sport, siate ottimisti non sentitevi intimiditi.
  • Quando vedete per strada qualcuno che conoscete, a volte puo’ essere imbarazzante , ma un semplice sguardo, un leggero sorriso, un sopracciglio alzato verso l’altro di solito è sufficiente.

Limiti

  • Conoscere i limiti, non è stare troppo vicino a qualcuno, ma nemmeno troppo lontano.
  • I giusti limiti dipenderanno dalle persone con cui parlate, dall’ora e dal luogo.
  • Se c’e’ un’attrazione fisica tra te e qualcun’altro, avete bisogno di rilasciare e di capire i segnali giusti. Per fare questo, la regola piu’ semplice è: i gesti aperti (come le mani o le braccia aperte ) e i segni fatti in direzione di qualcuno tendono a significare un interesse, mentre i gesti chiusi ( come stringere i pugni, oppure incrociare le braccia sul petto ) e i gesti come girare le spalle tendono a indicare rifiuto.
  • C’e’ una cosa di cui dovete essere consapevoli che si chiama la trappola dell’ approccio-evitamento. Spesso, avete bisogno di prendere una decisione per sapere se volete avvicinarvi a qualcuno, allontanarvi oppure non fare nessuna delle due azioni.
  • C’e’ anche un problema che sta nel  riconoscere il territorio degli altri. Se in una situazione eccezionale violate inconsciamente qualcosa che qualcuno considera un suo confine, potreste ritrovarvi in un grosso guaio. Per esempio, una volta ho prestato ascolto ad una donna che viveva in una casa piena di bambini. Lei era turbata perchè il suo compagno molto possessivo era  appena uscito di prigione ed era sconvolto senza ragione apparente. Non mi sono reso conto che dal suo punto di vista avevo violato il suo territorio. Fortunatamente la mia sicurezza personale non è stata minaccia perchè non è rientrato la notte. Se, dopo aver fatto questo tipo di errore, qualcuno ve lo spiega, allora potrebbe sembrare tutto abbastanza ovvio.

Contatto oculare

  • E’ difficoltoso usare il corretto contatto oculare perchè è difficile stabilire se state guardando troppo o troppo poco qualcuno quando parla con voi.
  • Quando le persone non stanno parlando e  voi non parlate con loro, a volte è meglio non guardarle. Le persone possono accorgersi con la coda dell’occhio che voi le state osservando e questo potrebbe causare imbarazzo, nel caso stanno dicendo qualcosa e voi vi trovate dietro di loro.
  • Controllare il tuo sguardo fisso è difficile ma non è impossibile .
  • Se puntate il dito verso qualcuno mentre parlate di lui con qualcun’altro, sembrerà scortese. E se non siete d’accordo con qualcuno e mantenete il contatto oculare, sembrerà un atteggiamento aggressivo. Cercare di non puntare il dito verso la gente, vi aiuterà a scansare i problemi, inoltre puntando le persone puoi farle diventare diffidenti e questo dovrebbe essere evitato o almeno fatto in maniera discreta.
  • Quando stai parlando con qualcuno o qualcuno parla con te, devi guardarlo negli occhi tenendo presente queste linee guida:- Se scruti qualcuno meno di un terzo del tempo puo’ comunicare che sei timido ( se guardi con gli occhi verso il basso), oppure che sei disonesto ( se guardi da una parte ).- Se guardi qualcuno per piu’ di due terzi del tempo potrebbe trasmettere che ti piace ( se osservi il viso nell’insieme ), oppure che sei aggressivo ( se lo guardi dritto negli occhi).

    – Guardare qualcuno per tutto il tempo rimanendo fermo e mantenendo il contatto visivo fisso puo’ voler dire due cose. O lo stai sfidando ( sguardo fisso aggressivo ) o  lo desideri ( sguardo fisso intimo ). In altre culture, ( per esempio nell’Europa Mediterannea) puo’ significare complicità. Per  qualche autistico, puo’ essere molto difficile  perchè prima dobbiamo essere sicuri che SIA appropriato. Inoltre, lo sguardo fisso puo’ distrarci mentre tentiamo di parlare.

Il tono della voce

  • Puoi essere una di quelle persone che parla con un tono di voce monocorde senza saperlo.
  • Chiedi a una persona fidata se è vero, e nel caso, puoi provare ad aumentare l’intonazione della tua voce per enfatizzare quello che dici, ma non troppo.  All’inizio questo potrebbe sembrare artificiale.
  • Se leggete un libro di favole a un bambino, piu’ mettete intonazione e meglio sarà.
  • L’intonazione della nostra voce è molto importante per determinare se siamo entusiasti oppure sarcastici riguardo a qualche cosa. E’ anche molto importante dire se stiamo parlando seriamente oppure in tono scherzoso.
  • Parlare con un tono di voce monocorde puo’ lasciare intendere che siate depressi. Quando parlate di una cosa piacevole o entusiasmante anche voi dovreste apparire entusiasti, altrimenti la gente potrebbe pensare che la nostra voce sia strana.
  • Se sei un adolescente e la tua voce sta cambiando, sarà piu’ facile, basterà semplicemente lasciarla mutare facendo attenzione. Questo potrebbe sembrare strano, dall’interno, all’inizio, ma apparirà piu’ naturale all’esterno. Se siete preoccupati di quello che i vostri amici potrebbero pensare, sappiate che il problema durerà poco , ma puo’ essere una buona occasione lasciare la vostra voce mutare durante un cambio di scuola.
  • Infine, ricorda di non parlare ne troppo forte ne troppo piano. Questo dipende dalla distanza tra te e l’altra persona, e la tua voce dovrebbe essere piu’ bassa quando hai bisogno di un po’ di privacy. Sussurra se tutti gli altri sussurrano ( o se c’e’ qualcuno che sta dormendo in prossimità).
  • Puoi avere bisogno di parlare con un tono particolarmente forte e chiaro ( per esempio su un palcoscenico o in un teatro ), in questo caso, devi proiettare la tua voce. Per fare questo, stai in piedi dritto e rilassato e immagina che la tua voce provenga dallo stomaco, per quanto strano possa sembrare.

Buongusto

  • I vestiti che indossi comunicano messaggi su di te.
  • Se indossate vestiti con colori vivaci e discordanti, forse per sembrare degni di fiducia, molte persone probabilmente cesseranno di essere interessate a voi.
  • Se indossate stivali da cowboy, jeans stracciati, magliette heavy-metal, e una giacca di cuoio con le borchie, le persone potrebbero essere troppo spaventate per avvicinarsi, oppure potrebbero aspettarsi di parlare con voi di gruppi metallari, della vita di strada o di locali notturni. E’ un’immagine molto difficile da togliere.
  • Se ti vesti con colori naturali come il blu, il grigio, il verde scuro, il nero e il bianco, nessuno puo’ avere niente da ridire, anche se le persone guardano la moda, la gente giudicherà come ti comporti piuttosto che il tuo abbigliamento, e questo e cio’ di cui tu hai bisogno.
  • E’ una buona idea chiedere il parere di qualcuno su cosa indossare (parlane con qualcuno di cui ti puoi fidare ).

Tradotto da Mondo Aspie, fonti;  Survival guide for Asperger. Capitolo 5 tradotto dall’inglese da Jils e trovato sul forum aspergeraide.com.

Advertisements

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...