Advertisements

38a MARATONA DEL LAMONE, 6 APRILE 2014 CITTA’ DI RUSSI (RA)

38° Maratona del Lamone 6 aprile 2014 001La mia sesta maratona è stata  cosi’ cosi’, è incredibile quante cose possono succedere mentre una persona sta correndo. Io poi che sono particolarmente sensibile ( a tutto ) ho avuto il mio bel da fare !. La prima parte di questa maratona l’ho passata chiaccherando (la seconda con un po’ di problemini)  e sono contenta perché forse ho trovato una compagna simpatica che mi affiancherà nella 100 km per l’autismo e la sindrome di Asperger. Per lei, questa era la 112esima maratona. Piu’ o meno procediamo con la stessa andatura e quindi spero di riuscire a starle dietro alla 100 km del Passatore, lei ha già esperienze nelle ultra e di sicuro saprà darmi consigli preziosi e sarà un valido aiuto strada facendo. Quando siamo partiti era freschino e una buona parte del percorso me lo sono fatto in controvento ( che è una roba odiosa) , poi ad un certo punto è uscito un caldo pazzesco e quindi mi sono spogliata per strada mentre correvo, per la prima volta in una corsa mi sono tolta la maglietta a maniche corte ( che ho tenuto nelle mani per piu’ di un’ora)  e sono rimasta in canotta. Una cosa che mi ha dato molto fastidio sono state delle strane zaffate di caldo-umido che fuoriuscivano dai canaloni che 38° Maratona del Lamone 6 aprile 2014 004costeggiavamo, avete presente un drago imboscato tra la vegetazione di un canale che vi alita addosso ? Uguale ! Altre tre cose fastidiose sono state, la strada in pendenza, e me ne accorgo quando mi grattugio gli interni delle cosce ( nelle strade piatte non mi capita mai), una parte di tragitto in sterrato e il fatto che in un pezzo di percorso hanno lasciato il traffico aperto ed ho rischiato due volte di perdere un braccio a causa degli specchietti delle macchine. Superfelice invece di essere ritornata alle mie vecchie scarpe da corsa che non mi hanno mai tradito ( mai una bollicina nei piedi), dopo la terribile esperienza delle vesciche alla Maratona di Ferrara, causate da un paio di scarpe di un’altra marca calzate quasi nuove. Tempo di arrivo: 4 ore, 43 minuti e 28 secondi, lo stesso, impiegato a Gennaio nella maratona di Crevalcore, 4 ore, 43 minuti e 14 secondi.  Cosa dire di questa Maratona, la piu’ antica della Romagna ? Nel complesso è carina, organizzata abbastanza bene e molto premiata. Di sicuro l’anno prossimo andrà meglio, una volta che conosco un percorso e quello che mi attende ho meno difficoltà ad affrontarlo.   Qui il link dell’evento

Advertisements

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...