ASPERGIRLS: AMICIZIA E SOCIALIZZAZIONE (6)

donne asperger amiciziaIn un bar inglese avevo letto una frase che diceva “ dimentica i tuoi nemici, Dio ti salvi dai tuoi amici”. Chi l’ha scritto doveva essere un Aspie. Perché noi amiamo i momenti che passiamo da soli. Ci piace che la nostra pace non sia disturbata da conversazioni assurde e da attività senza senso. Ma, allo stesso tempo, molti tra di noi sollecitano compagnia di amici e di divertimenti. E’ complicato. Gli Aspies hanno un rapporto sociale sempre sulla modalità “ combattere-o-fuggire”. Noi vogliamo essere accettati per quello che siamo ma è difficile essere se stessi in mezzo agli altri quando si è stressati. Abbiamo dei picchi di adrenalina, per cui se non partiamo correndo, attiriamo l’attenzione di tutti , fare un piccolo ballo-cantando, fare una cosa eccentrica, poi rientrare a casa e avere una crisi dopo cena.
“Non faccio del chiacchiericcio sociale. Ogni parola o cosa ha un inizio ed è analizzata. Aspetto le occasioni di confronto sociale, ma le pago con una saturazione di emozione e di emicranie i giorni dopo. “ (Camilla)
Per questo, e per tutte le altre difficoltà sensoriali e di comunicazione da considerare, noi abbiamo in genere delle difficoltà a mantenere dei legami di amicizia, dunque scegliamo di crescere soli. C’è una piccola differenza fra le donne e gli uomini aspie : quale è l’ultima volta in cui avete sentito parlare di una donna come di una lupa solitaria? Le donne che non hanno amici sono considerate come sospette … come donne-gatte. Si può anche considerare non invidiabile per un uomo rimanere da solo ma ci si aspetta dalle donne che siano delle creature sociali e che lo dimostrino, bevendo dei Margarita la sera con degli amici e con il loro cellulare attaccato all’orecchio. Secondo i media e la cultura popolare, le donne non sanno nemmeno andare in bagno senza le loro amiche , e ancor meno in un centro commerciale.
Le nostre difficoltà, in genere, iniziano con la scuola. Le altre ragazze, forse, ci hanno preso in giro per il nostro modo di vestire fuori moda e per le nostre maniere un po’ bizzarre. Dopo essere state così tiranneggiate, questo ci da un’idea del lato oscuro della natura umana, che le altre vedono raramente, se lo vedono . E’ qualcosa che non dimenticheremo mai, anche se in seguito imparate ad accostarvi alla gente e più tardi a vedere anche i loro lati buoni. Questo può indurvi a non stare troppo con gli altri in seguito fino a pensare che la popolarità non ha niente a che vedere con la profondità e il vero valore della persona … Se riusciamo a trovare gente che dedica veramente del tempo a conoscerci , è possibile poter avere una o due amicizie vere e profonde.
“ Ho avuto un amico del cuore dai cinque ai nove anni ( è partito per l’America). Tutti gli altri amici furono di passaggio .” (Widders)
Non coltiviamo e non manteniamo delle “ relazioni amichevoli appropriate con nostri coetanei”. Quando siamo più giovani possiamo essere attirati da persone più grandi a causa della nostra iperlessia e della nostra maturità intellettuale, ma quando cresciamo , non ci sentiamo più a nostro agio con gente più giovane perché non siamo maturati dal punto di vista emotivo. Adulti troviamo la gente della nostra età noiosa e con degli interessi molto lontani dai nostri. Esempio: i nuovi suoni della musica alternativa sono incredibilmente importanti per me/noi , ma molta gente della nostra età continua ad ascoltare quello che sentiva durante l’adolescenza oppure non ascoltano piu’ musica , come le persone anziane che vanno a vivere in California. Si vestono alla moda passata e e anche le acconciature rispecchiano le mode di un tempo. Per me sono giusti “ponderati”. Quando vado ad un pranzo ( è raro ), ci vuole poco tempo prima che tutte le conversazioni assomiglino al modo di esprimersi di Charlie Brown (“wah wah,wah wah wah wah wah”). Cosa importa fino a che punto che la gente sia simpatica e intelligente , ho giusto voglia di rientrare a casa mia , il più velocemente possibile. Faccio veramente molta fatica a trovare gente aperta e giovani di mentalità o maturi ed esperti come desidero e come sono.
“ Sono una mamma, tuttavia la mia stanza sembra la stanza di una bambina. Con un letto ad un posto, i miei peluche , la mia collezione di elefanti. Vivo come una bambina . Dunque provo le mie emozioni in maniera basica ed estrema. Sono soggetta a crisi e a saturazioni . Non mi sento per niente al mio posto circondata da adulti, salvo che abbiamo dei punti di interesse comuni. Penso che dimostro la mia età ma mi vesto come una studentessa “ ( Camilla )
Per ironia, amo di più gli adolescenti di quanto non li amassi quando lo ero, e questo grazie a più vie traverse: faccio i miei acquisti nei loro stessi negozi ascolto gli stessi gruppi musicali e amo la maggior parte degli stessi loro film. Dopo qualche minuto di conversazione, le nostre differenze intellettuali e neurologiche risultano appartenere a due diverse parti. Le trovo “verdi” e preoccupate da dei dettagli. Loro mi trovano schioccante strana e divertente … a volte ‘che intimidisce’ con le mie indecisioni. E spesso “vanno oltre ”: continuo a guardare cartoni animati e a giocare mentre loro sono obnubilate dai ragazzi e dal loro futuro.
“ Provo gioia facendo giochi informatici , guardando i film come Harry Potter e Star Trek , e sembra che alcune persone mi trovino un po’ ragazzina in confronto a loro? Mi piace anche molto parlare di questi passa-tempo “ ( Siv)
“ Non penso di apparire, agire o risentire come se fossi più giovane di quello che sono, SO chi sono che e che cosa faccio. Non sono irresponsabile , solo attivo come una persona giovane . Ho molto amici più giovani . Non ho problemi particolari con la gente della mia et , eccetto che a volte li trovo noiosi “ ( Dame Krev)
Come persona autistica, sento compassione ed empatia per molta gente, ma non è come l’amicizia. Ci sono persone che apprezzo, altre che ammiro , altre di cui mi piace la presenza e la conversazione a piccole dosi , ma non mi piace fare le cose che si pensa piacciano alle donne andare in giro per negozi, i film e i pranzi…..
Si ringrazia per la traduzione Erica Vinay
Fonte : Arborescencsediverseetvarieeshaultelfort.com

Annunci

5 Comments on “ASPERGIRLS: AMICIZIA E SOCIALIZZAZIONE (6)

  1. Grazie per questo sito, una vera oasi nel deserto, a cui si giunge dopo anni di peregrinazioni a vuoto.
    Ho smesso di consultare psicologi e psichiatri oltre 20 anni fa, perché non mi sentivo capita e avevo l’impressione (ora certezza) di star buttando via tempo e denaro con degli incompetenti. Ho sentito parlare di Asperger in rete e poi in alcuni film e serie tv e da lì è iniziato il percorso di autoanalisi che mi ha permesso di dare un nome a quella diversità che mi accompagna dall’infanzia.
    So bene cosa vuol dire non riuscire a sopportare a lungo la compagnia degli altri, il senso di
    sovraccarico già dopo poche ore trascorse a una cena, a una festa, in gita scolastica o in vacanza; peggio ancora, in ufficio, dove il rischio mobbing è sempre in agguato. La
    compagnia delle altre donne mi riesce insopportabile, le sento lontane da me anni luce per interessi e sensibilità. Dopo anni di sfibranti messe in scena per integrarmi e costruirmi una facciata socialmente accettabile, ho deciso di dire basta e di accettarmi per quella che sono. Ho lasciato il lavoro (vivendo con parsimonia, per mia fortuna posso permettermelo), ho troncato una finta relazione con un uomo che non mi amava, e passo meravigliose giornate in solitudine, con la mia cagnetta, a coltivare i miei interessi e limitando al minimo indispensabile i contatti coi miei “simili”. Ho due amici masch,i che vedo nel weekend, forse un po’ aspie anche loro, con cui posso condividere la passione per il cinema e parlare di argomenti interessanti, che vanno dalla scienza all’economia politica, senza tutte quelle smancerie e quell’ipocrisia che caratterizza i rapporti tra donne. Da sempre detesto viaggiare (mi riconosco totalmente nell’abitudinario protagonista di “Turista per caso”) e così ho smesso di andare in vacanza controvoglia, solo per aver qualcosa da rispondere alla fatidica domanda “dove vai in vacanza quest’estate?”.
    Mi ci sono voluti 40 anni per trovare questo equilibrio e imparare a infischiarmene del giudizio della gente. A volte mi sembra di vivere in un limbo, non so quanto durerà, ma per ora è l’unico modo in cui riesco a vivere serenamente, senza sentirmi una condannata a vita ai lavori forzati.

    Mi piace

  2. Perché noi amiamo i momenti che passiamo da soli. Ci piace che la nostra pace non sia disturbata da conversazioni assurde e da attività senza senso. Ma, allo stesso tempo, molti tra di noi sollecitano compagnia di amici e di divertimenti. -> Diamine se sono io! Passo quasi l’intera settimana da sola a casa a scrivere e a contattare solo gli aspiranti scrittori del sito, ogni tanto organizzo qualche cena a casa mia ma se devo stare tutta la giornata assieme a qualcuno, ho proprio la sensazione di aver bisogno di tempo per “riprendermi”. Ma è allucinante!
    Sono convinta al 90% di essere un’Asperger per via delle mie interazioni sociali ormai quasi nulle e mi sono trovata d’accordo col 98% delle cose scritte in questo articolo. Mi fermo perché sarebbe un discorso lunghissimo.

    Mi piace

  3. Io sono un uomo molto solo perché vivo la mia vita in modo naturale a prescindere dal mondo che mi circonda e dalle sue leggi impostemi, io provo qualunque tipo di emozione, piango persino quando per strada vedo un animale morto o un cane abbandonato perché sono anche loro esseri viventi con i nostri stessi diritti!

    Mi piace

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: