ASPERGIRLS DI R.SIMONE : IMMAGINAZIONE, AUTODIDATTISMO, LETTURA, COMPETENZE SAVANT E INTERESSI INUSUALI (1)

aspie girl ASPERGIRLS di R. Simone
Estratti tradotti in italiano
INTRODUZIONE
Noi, le donne Aspies rappresentiamo una minoranza all’interno di un altra minoranza. Abbiamo molte eccentricità (manie), sfide, vestiti, tratti e caratteristiche degli uomini Aspie … ma a nostro modo.
La sindrome di Asperger non si presenta diversamente nel genere femminile, è solo percepita in modo differente è questo la fa passare spesso inosservata. Quando ho letto le autobiografie di Liane Holliday Willey, Donna Williams o Mary Newport, mi sono eccitata perchè finalmente sono riuscita a riconoscermi in altre donne. E questa cosa non era mai successa prima, perchè non sono mai riuscita ad identificarmi con le mie compagne di classe, con le mie coetanee e ancor meno con le rappresentazioni mediatiche che descrivono come dovrebbe essere una donna. Non corrispondo quindi all’immagine veicolata mediaticamente dei bambini autistici che hanno difficoltà visibili e quindi molte piu’ sfide da affrontare rispetto a me.
Il punto cruciale della SA: Le nostre difficoltà sono reali ma non sempre sono visibili dagli altri che dall’esterno non capiscono i nostri comportamenti. Dicono che gli Aspies hanno una forma di abilità savant. La mia sembra esserlo, ho la capacità di estrarre modelli e connessioni tra differenti concetti che a priori sono lontani tra loro. Mentre alcuni argomenti di un libro all’inizio possono sembrare senza logica o aleatori per le persone non-asperger, le Aspiegirls, leggendo quel libro sono in grado di comprenderlo. Alcune delle cose piu’ evidenti, che vengono evocate a proposito degli effetti della sindrome di Asperger sono degli aspetti come la depressione, i problemi sensoriali, le difficoltà lavorative e le questioni relative alle relazioni sociali. Ma ci sono altri elementi che condizionano la mia vita, come ad esempio l’influenza del mio carattere, e vorrei sapere se esistono altre Aspiegirls che hanno idee simili alle mie e vorrei porgli delle domande come:
I vostri problemi sensoriali influenzano la scelta del partner ?
Vi piace il sesso ?
Cosa ne pensate dei ruoli prestabiliti per generi sessuali nella società?
L’istinto materno ?
Hai dei sensi di colpa relativi alla SA ?
Quale è la causa dei vostri “ capitomboli psichici “ e come vi sentite in quei momenti ? Riuscite a mettere in pratica strategie per evitare che si manifestino ?
Quante diagnosi sbagliate avete ricevuto prima di arrivare a quella di SA ?
(……….)

CAPITOLO 1 :
IMMAGINAZIONE, AUTODIDATTISMO, LETTURA, COMPETENZE SAVANT E INTERESSI INUSUALI.
E’ risaputo che le persone Aspie adorano la conoscenza ( il sapere ). Ma perchè ? Perchè la conoscenza offre un ancoraggio ai nostri pensieri, ci fornisce un ‘identità che è un elemento che noi possiamo controllare. Non dobbiamo affascinare il sapere, ne dargli da mangiare, ne impressionarlo. Pero’ con il sapere possiamo fare quello che vogliamo. Abbiamo un appetito vorace di conoscenza, non abbiamo bisogno di leggere una pagina intera, bastano poche parole per rivelarci il senso. E non dobbiamo aspettare la prima lezione per estrarre la musica da uno strumento magico nascosto in un angolo… e spesso, non aspettiamo.
“ Ho imparato come leggere ascoltando i dischi di “ canto solo con Mitch Miller” . Un giorno ho ascoltato “ un gatto sopra un cappello “ e dopo sono stata in grado di leggere le parole, che hanno avuto subito un senso per me (Widdey).
Il mio processo di apprendimento della lettura è stato logico e rapido. Mi ricordo che ho chiesto a mia madre di mostrarmi l’alfabeto a partire da B per bicicletta, M per mela e ho imparato il suono delle lettere. Una volta arrivata alla fine dell’alfabeto, ho preso un libro ed ho iniziato a leggere. Molte Aspiegirls che ho intervistato sono autodidatte e molte hanno avuto esperienze simili nella musica, nella matematica e nel disegno.
(……….)
Questa competenza si stabilizza durante la crescita. Credo che questa abilità precoce nella lettura e nella comprensione al di là della nostra età (iperlessia) da a molti Aspies un aria intellettuale che porta la gente a pensare a torto che gli Aspie possiedano anche una grande maturità emotiva…e in qualche modo questo nasconde anche l’autismo e i deficit.
(……….)
Molti Aspies sono dotati verbalmente, mentre altri presentano difficoltà di apprendimento come la dislessia. Ma che sia verbale o visivo, con difficoltà o no di lettura, durante la nostra vita, tutto quello che vogliamo sapere, lo impariamo in maniera autodidatta senza aspettare la scuola. Amiamo sapere tutto su cio’ che ci interessa particolarmente, non solo a causa della nostra impazienza, ma anche perchè abbiamo un nostro metodo di elaborazione dell’informazione e della comprensione. Non assimiliamo seguendo i consigli degli altri, soprattutto le istruzioni orali e integriamo l’informazione alla nostra maniera.
“ Tutto quello che so, l’ho imparato da autodidatta. Ero un’avida lettrice a scuola ma non ho preso il diploma a causa della dislessia, non riuscivo a scrivere . Ho imparato da sola la chimica, le statistiche, il cucito, il ricamo e a saldare “ (Sam). donna asperger
Molte persone, come l’autore Bill Stillman (2006) pensano che i bambini autistici siano “collegati a Dio” e che la loro disabilità sia compensata da una maggiore consapevolezzza del divino che gli offre l’accesso al sapere e ai doni. Gli esperti mi hanno detto che le persone con SA hanno un QI superiore alla media… ma che non si traduce sempre in un’intelligenza pragmatica. Durante l’infanzia magari ci ha hanno chiamato “piccoli professori”, ma quando siamo cresciuti siamo diventati professori “ senza-mente”. Le ricerche hanno dimostrato che i bambini Aspies hanno un livello d’intelligenza superiore rispetto ai bambini neurotipici ( Hayashis et al. 2008 ). L’intelligenza fluida è la capacità di vedere l’ordine nella confusione e capire le relazioni tra le cose senza apparenti legami. Mentre non abbiamo un livello d’intelligenza cristallizzata superiore ( la capacità di servirsi delle conoscenze e competenze acquisite ), e questo spiegherebbe perchè “sappiamo” come fare delle cose, ad esempio risolvere problemi complessi di matematica senza conoscerli, oppure costruire gadgets elettronici.
“ Posso memorizzare o riprodurre delle cose, come degli abiti, solo sbirciandoli una sola volta “ (Dame Kev).
Non sto dicendo che siamo tutti dotati di una straordinaria intelligenza, se siete degli Aspies senza passioni o talenti, sappiate che non siete gli unici.
“ Quello che mi infastidisce è quando le associazioni per autistici promuovono campagne al grido di “ lasciateci tranquilli ! “ e fanno passare il messaggio che tutti gli Aspie sono super intelligenti nelle scienze o nella matematica, una sorta di razza superiore… io non ho nessun talento, non ho nulla, sono incapace di essere normale e incapace di essere un Aspie “ (Polly).
L’apprendimento lento puo’ essere dovuto a diversi fattori: come le difficoltà sensoriali, lo stress e il collasso sotto la pressione degli altri, la dislessia, la disprassia e il mutismo selettivo possono nascondere l’intelligenza di una donna.
“Ho vissuto nella mia comoda bolla. Ignoravo quello che succedeva intorno a me. Non riuscivo a leggere a voce alta (mutismo selettivo) e quindi i professori hanno dedottoche non sapessi leggere. Mi davano libri di un livello inferiore che per me erano noiosi, e quindi di nascosto mi procuravo libri impegnativi a scuola e in biblioteca. Quando mi beccavano con i miei libri di contrabbando mi sentivo molto imbarazzata ( Widders).
“ Non ero una cima, pero’ la gente pensava che fossi un’idiota. Riuscivo a superare le prove ma per la gente spesso ero invisibile “ (Ann Marie ).
Non riuscire a capire il funzionamento diverso degli altri, in ambito accademico non è molto grave perchè si riesce a trovare il modo di arrangiarsi, ma nelle situazioni sociali, questa tendenza ha altri effetti , perchè non possiamo imporre le nostre regole e le nostre priorità alla gente. Non possiamo cercare di capire le persone nelle conversazioni di tutti i giorni nella stessa maniera con cui ricerchiamo informazioni sui libri.
Spesso dicono che gli Aspies hanno poca immaginazione e non sanno giocare con la fantasia come gli altri bambini. Penso che sia falso ed è un ostacolo per l’identificazione degli Aspie che possiedono una fervida immaginazione. Solo perchè mettiamo a posto le matite per colore oppure ordiniamo i nostri giochi in ordine alfabetico non vuol dire che non sappiamo come utilizzarli. Le storie che inventavo nella mia testa erano piu’ realistiche di quelle che riuscivo a inventare con i miei giochi che erano rigidi, dei pezzi di plastica poco convincenti.
Le Aspiegirls diagnosticate che ho intervistato hanno diversi gradi di creatività e immaginazione che va dall’inesistente all”estrememamente prolifica”.
Abbiamo tutte iniziato a copiare cio’ che ammiravamo, alcune si sono fermate, altre invece sono diventate grandi emulatrici.
(……….)
Una ragione per la quale la SA passa inossevata nelle donne, è che le nostre passioni spesso corrispondono agli interessi di altre donne in generale: le cose che le ragazze amano, i libri, la musica, l’arte, gli animali. Ma è l’entusiasmo con il quale ci buttiamo nelle passioni che ci ispira e ci spinge fino ad altri livelli. Ho impiegato molti anni prima di iniziare a scrivere le mie storie, delle canzoni e dei saggi.Ero dipendente dalla lettura e speravo di ammalarmi per potere rimanere a casa a leggere. Mi procuravo dei biscotti che conservavo nella mia camera per non uscire a mangiare. Avrei voluto fare la pipi’ in camera, perchè non volevo interrompere la lettura.
Ma perchè leggiamo con cosi’ tanta avidità (oppure suoniamo o disegnamo) . Perchè noi vogliamo riempire la nostra mente con la conoscenza come gli altri vogliono riempire la loro pancia con il cibo. L’informazione rimpiazza la confusione che molte di noi sperimentano nelle relazioni con gli altri.
Il sapere sembra colmare un vuoto quando gli Aspies sono giovani perchè non hanno molta identità propria. Sentiamo l’urgenza di imparare, di creare e non possiamo farlo se non abbiamo una minima conoscenza di cio’ che esiste. In “Thinking in pictures “ Temple Grandin ( 2006) ha imparato il disegno tecnico copiando un altro disegnatore. Ma poi, ha creato il suo proprio lavoro ancora piu’ complesso e senza prendere esempi di modelli.
L’attività ossessiva è un’illustrazione dell’incredibile capacità di concentrazione che possiediamo, e insegnanti, medici ed educatori hanno iniziato a rendersi conto che sono assi nella manica che devono essere coltivati e non scoraggiati. Come dice Temple Grandin dobbiamo lavorare sui nostri punti forza e non sulle difficoltà. Pero’ ci sono delle regole da seguire. Quando siamo assorbite nei nostri interessi, non riusciamo a prendere una pausa, a mangiare, a bere oppure a fermarci un attimo per praticare un’attività fisica. E cosi’ trascuriamo il tempo per cercare un lavoro, per recarci al lavoro e per altre attività indispensabili.
In realtà è solo un malfunzionamento nell’esecuzione che causa questo comportamento: quando dobbiamo smettere di dedicarci alla nostra attività preferita ? Oppure c’e’ qualcosa d’altro da trovare e da comprendere ?
“ E’ l’unico momento in cui sperimento il ricongiungimento con me stessa. Niente ha piu’ importanza “( Camilla).
“Quando sono presa da una mia passione perdo ogni nozione che sia del tempo o latro sul pianeta. E’ come essere in un’altra dimensione “ (Heather).
Una delle differenze tra Aspies uomini e donne e che i nostri centri d’interesse appaiono meno speciali e piu’ pratici per un osservatore rispetto a quelli degli uomini Aspies. Se una ragazza legge voracemente non è una cosa strana rispetto ad fisico appassionato di Ufo avvistati tra il 1940 e il 1945. Ma non è detto che dietro la porta della nostra camera, forse abbiamo letto lo stesso libro 124 volte perchè ne eravamo ossessionate.
” Ero ossessionata dalle grotte calcaree . Non ho mai manifestato interesse per il disegno “ (Kess).
” Amavo il baseball e memorizzavo tutti i risultati con facilità “(Kiley).
“ Prima di compiere due anni ero in grado di riconoscere tutti i modelli di macchine “(Pokegram).
asperger autodidatta
Un’altra differenza tra le donne Aspies e le donne non-Aspies è che quest’ultime crescendo hanno la tendenza ad abbandonare le passioni da bambine per dedicarsi ad attività piu’ appropriate in base alla loro età. Noi invece possiamo dedicare tutta la vita alle stesse attività. Ma non è necessariamente una brutta cosa. Se Mozart non fosse stato ossessionato dalla musica, il mondo sarebbe rimasto senza i suoi capolavori (…) . Tra noi ci sono donne ricercatrici, scrittrici, artiste che hanno dato un contributo alla ricerca e alla cultura grazie alla capacità di concentrazione e all’ assiduità degli Aspies. Del passato non sappiamo molto, ma il futuro è un’altra storia . E voi potreste essere le prime a fondare un gruppo rock internazionale, a diventare una scrittrici famose, direttrici, etc… Alcune donne si riconosceranno in queste pagine.
CONSIGLI ALLE ASPERGIRLS
Non lasciate che la pressione dei vostri coetanei vi distragga da cio’ che amate fare, perchè è la vostra dote. La vita è esistere apportando il proprio contributo, e non per essere popolare o adeguato.
Il “disfunzionamento pratico” (non sapere come o quando iniziare un’attività oppure cessarla) è molto comune delle Aspiegirls. Quando siamo immerse in qualche cosa che ci piace fare, ci dimentichiamo di mangiare, di lavarci, di uscire, di divertirci e anche di andare a lavorare oppure a scuola se è un’interruzione indesiderata della nostra attività preferita. Prendete l’abitudine di fare delle pause per prendervi cura di voi stesse, per mangiare e fare attività sportiva. E’ per la vostra salute mentale e fisica. Ascoltate il vostro corpo e questo vi aiuterà a migliorare l’autostima e a prendere contatto con il mondo esterno.
Non preoccupatevi se non avete un talento eccezionale, anche se passate il vostro tempo dedicandovi ad un’attività passiva , puo’ darsi che piu’ tardi questa si trasformerà in una competenza attiva. Per esempio, l’ossessione per guardare i film puo’ portarvi ad iscrivervi in una scuola di cinema e inseguito indirizzarvi verso una carriera di critico cinematografico, attrice..etc…. Provate a trasformare una passione passiva in una passione attiva. Interessatevi saltuariamente anche ad altre cose. Piu’ saprete sulla vita, e piu’ illuminerete le vostre passioni e piu’ vi troverete bene con persone diverse e in differenti situazioni.
Tradotto e riadattato da Mondo aspie, fonte: Arborescencsediverseetvarieeshautelfort.com

Annunci

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...