La Sindrome di Asperger spiegata in 8 minuti (dal film Adam) Video

Grazie, grazie , grazie anche da parte mia a Daniele, speriamo che guardando questo video le persone che interagiscono con gli Aspie comprendano meglio alcune caratteristiche della Sindrome di Asperger.

Sono un Asperger e un anno fa ho fatto “outing”, decidendo di rendere consapevole chi mi sta accanto di come sono fatto.
Mi sono però accorto che è veramente difficile spiegare la Sindrome di Asperger: noi Aspie tendiamo a fare un elenco ordinato ed infinito di sintomi, come un’enciclopedia… mentre gli NT faticano a comprenderci, un po’ perché per come sono fatti hanno bisogno di esempi pratici, un po’ perché si rifiutano di capire la Sindrome, uscendosene con frasi frustranti e umilianti come: “Ma no, non sei malato, sei solo un po’ eccentrico”.

Dopo aver visto il film Adam, ho pensato quindi di estrarne alcune clip che a mio parere evidenziavano molto bene i principali sintomi della Sindrome e li rendono un po’ più comprensibili.

A noi Aspie questo video sembrerà superficiale, incompleto, banale… ma secondo me può essere molto utile per far capire agli NT come siamo fatti.
Proverò per un po’ a farlo vedere alle persone che mi circondano, sostituendo il “pippone” clinico che gli sottopongo adesso…. vediamo come va 🙂

Accetto volentieri commenti, anche negativi.

I diritti del film “Adam” appartengono alla Fox Searchlight. Non è mia intenzione sfruttare una loro proprietà intellettuale, che ho utilizzato semplicemente a scopo “didattico” non riportando né trama né spoiler.
Se vi interessa il film, potete acquistarlo qui

Il canale YT di Daniele

Potrebbe anche interessarvi: Adam, un film sulla Sindrome di Asperger

Annunci

8 Comments on “La Sindrome di Asperger spiegata in 8 minuti (dal film Adam) Video

  1. Grazie per avermi illuminato su questa sindrome, sono un educatore, ed oggi ho imparato una cosa in più.
    Grazie di cuore.
    Daniele Cancelliere

    Mi piace

  2. ciao Daniele,
    è un bel video che dà molto il senso della difficoltà di comprensione, le relazioni interpersonali sono di fatto una “galleria di volti” che irrompono nel nostro spazio vitale e ai quali rispondiamo in forme differenti e a ciascuno, a suo modo. Entrare in relazione con l’altro innegabilmente vuol dire entrare in contatto con un’altra identità, cioè con qualcuno che è “diverso” da me, ma questo non deve spaventare ma stimolare alla comprensione, come questo video che apre a più e nuove domande.
    grazie Daniele
    Domenico

    Mi piace

  3. Bravo Daniele, e brava Stefania, ho molto apprezzato il video, credo che lo consiglierò e lo farò utilizzare.
    Andrea

    Mi piace

  4. Grazie mille, sono la madre di un bambino AS e, pur essendo assolutamente NT, ti assicuro che ho le tue stesse difficoltà nello spiegare agli altri i problemi di mio figlio. Il video che hai fatto è veramente bello e utile, lo terrò da parte! 🙂

    Mi piace

  5. Vorrei ringraziare anch’io Daniele. È vero, è molto difficile spiegare la SA ai NT, e spesso si cade nel pippone medico-scientifico che li annoia e che li porta a non seguire davvero il discorso… 😀
    Grazie di cuore

    Mi piace

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: