Sindrome di Asperger: Il regalo della Lego a un bambino autistico ( VIDEO )

regalo Lego bambino sindrome AspergerJames Groccia, è un grandissimo fan della Lego. Ha la sindrome di Asperger e frequenta un club dove lo aiutano a sviluppare le sue abilità sociali divertendosi con i famosi mattoncini colorati. Due anni fa, scopre il treno Emerald Night della Lego e decide di risparmiare e mettere da parte i soldi della paghetta per comprarlo. Purtroppo pero’, scopre che la scatola del suo gioco preferito non è piu’ in vendita, a meno di non spendere una fortuna su Amazon. Decide quindi di scrivere alla Lego.

Il 17 ottobre scorso, viene recapitato a casa di James un pacco. I suoi genitori hanno filmato la sua reazione di gioia, entusiasmo e felicità nel vedere il suo sogno realizzato.

Tradotto e riadattato da Mondo Aspie, fonte: 7sur7.be

Annunci

11 thoughts on “Sindrome di Asperger: Il regalo della Lego a un bambino autistico ( VIDEO )

  1. whoah this blog is great i really like reading your articles.
    Sttay up the great work! You know, lots of individuals are searching aound for
    this info, you could aid them greatly.

    Mi piace

  2. Hi there terrific blog! Does running a blog similar to this require a lot of work?
    I’ve no expertise in coding however I was hoping to start my own blog soon. Anyway, if you
    have any ideas or tips for nnew blog owners please
    share. I know this is off subject nevertheless I simply wanted to ask.
    Many thanks!

    Mi piace

  3. Outstanding post but I was wondering if you could write a litte more on this topic?
    I’d be ver grateful if yoou coud elaborate a little bit more.
    Thnk you!

    Mi piace

  4. Hi there, thanks for shranig. So many teacher’s and schools just don’t understand. It’s so frustrating.I’ve particularly found your posts on aspergirls very helpful, thank you !

    Mi piace

  5. anche a mio figlio piacciono molto i lego e con quanta facilita ataca e stacca i mattoncini per creare i gioccatoli io non dedicarei del mio tempo, nenmeno un secondo perche a me non piaciono, poi lascia I piccoli pezzi dappertutto cosi ne butai qualcuno con la speranza che le potesi dimenticare, ma inutile lui le ha voluto comprare nuovamente. ha la sindrome di asperger e a dodici anni non ha ancora imparato a allacciare le scarpe.

    Mi piace

  6. Hi,

    after a deep web research I can conclude that this particular story could be true.

    Eric Randall wrote on Boston Daily that LEGOS’s brand director actually wouldn’t submit to an interview with Burnett “because his company did not want to give the impression that they make a habit of surprising children with freebies.” So LEGO did’t want to give further resonance to the news because this fact it seems very singular and generated by a very particular context.

    Another web skeptic, Jack Marshall author of Boston Daily Blog, after an evident first distrust for the video, discovered he had a mutual fried with Groccia family. This friend know some events surrounding the YouTube video that were not evident in the media reports that confirm the genuineness of the situation.

    After all, anyway, there is one thing that for me is impossible to share. This is also the fact that feeds “the skepticism cloud” around this video. The title: “Why LEGO is the best company of the world”. This title is inappropriate for a private and unique story like this. The events represented by the video don’t be part of the usual LEGO behavior and don’t belong to the politic of any other company of the world.

    After my first comment to the video on mondoaspie.com I received a reply from Jay Groccia (father of children of the story). Jay confirms the authenticity of facts. This is not an evidence by itself but is significant that a physical person (in this case the video maker) defends his material. If it was a video made by marketing agency I think that this kind of reply would be impossible.

    Buongiorno a tutti,

    dopo una più approfondita ricerca sul web sono arrivato alla conclusione che la storia, per quanto singolare, potrebbe essere autentica.

    Eric Randall scrive sul Boston Daily Blog che il Barnd Director della LEGO non ha voluto rilasciare interviste sull’accaduto in quanto “… non è nella politica aziendale del gruppo LEGO sorprendere i bambini con omaggi di quel tipo … “. La LEGO non ha voluto dare quindi ulteriore risonanza alla notizia in quanto il caso parrebbe più unico che raro e dettato da un contesto molto particolare.

    Un altro scettico del web, Jack Marshall autore del blog Ethics Alarms, dopo una prima evidente diffidenza verso il video, ha scoperto di avere un amico in comune con la famiglia Groccia che gli ha illustrato alcuni particolari privati della vicenda che ne confermano la veridicità.

    La cosa che continuo a non condividere, e che ha sollevato comunque una piccola nuvola di scetticismo intorno a questo video, è il titolo che è stato dato “Ecco perché la LEGO è la migliore azienda del mondo”. Titolo inappropriato per un video che rappresenta invece una vicenda molto personale e privata, che non c’entra nulla con l’abituale modo di agire della LEGO e di qualsiasi altra azienda che si possa definire tale.

    Dopo il commento nel quale esprimevo qualche dubbio sul sito mondoaspie.com ho ricevuto anche un risposta pubblica da parte dello stesso Jay Groccia (padre del bambino) che mi confermava la veridicità dei fatti. Non è una prova di per sè che l’autore del video ne difenda l’autenticità, ma è comunque significativo che una persona fisica si sia esposta in prima linea. La cosa non credo sarebbe successa se il filmato fosse stato realizzato da un’agenzia.

    Di seguito le fonti:

    The Globe’s James Burnett III wrote a nice feature about Groccia in Thursday’s Globe. The video is titled “Why LEGO is the best company in the world,” which has inspired some cynics to suggest that it’s a fake, orchestrated by some savvy Lego social media expert. (YouTube commenters are literally the worst.) We’d note that the company’s brand director actually wouldn’t submit to an interview with Burnett “because his company did not want to give the impression that they make a habit of surprising children with freebies.” That — and our general optimism this holiday season — generally suggests to us that this is just a nice story.

    Eric Randall – Boston Daily Blog – http://blogs.bostonmagazine.com/boston_daily/2012/12/06/disliking-video-kid-receiving-lego-set/

    “…By purest coincidence, a personal friend here in the Washington, D.C. metropolitan area, Jeff Westlake, is also a close personal friend of the Groccia family. He was privy to the events of the story as they unfolded, and relayed information to me about both the family and the events surrounding the YouTube video that were not evident in the media reports. Thanks to Jeff’s insight, I am now satisfied that the family’s decision to explore every avenue of obtaining the LEGO set was reasonable rather than penurious, and that there was no quid pro quo with LEGO…”

    Jack Marshall – Ethics Alarms Blog – http://ethicsalarms.com/2012/12/07/update-a-cynical-ethics-tale-that-wasnt-so-cynical-after-all/

    Mi piace

  7. Tienici aggiornati e facci sapere qualcosa appena avrai verificato la notizia,grazie ! Comunque, un regalo che dona ad un bambino una gioia immensa è sempre una bella cosa.

    Mi piace

  8. Ciao a tutti,
    premetto che sono un amante della Lego e delle sue iniziative. Questa notizia però puzza un pochino di bufala. Sto approfondendo la cosa per verificarne l’autenticita. nel caso fosse un video diffuso dalla Lego stessa sarebbe veramente imbarazzante.
    I punti che non mi convincono:

    1 – Non ci sono indicazioni sul luogo dove vive il bambino
    2 – 2 anni in cui sono stati messi da parte regali per le festività, per i compleanni e il contributo per aver partecipato ad un gruppo di ricerca per avere 100 Dollari. mi sembra veramente poco.
    3 – Il set non era possibile trovarlo se non su Amazon a 250 dollari. Da una prima ricerca ho trovato più siti che lo commercializzano a meno di 100 Euro (devo verificare se spediscono negli USA)

    Invito tutti ad approfondire la cosa. Spero vivamente di sbagliarmi.

    Grazie

    Mi piace

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...