Autismo: Un minuto nella testa di un autistico (video)

video un minuto nella testa di un autisticoUn video dell’Associazione Britannica National Autistic Society mostra l’ipersensibilità quotidiana delle persone autistiche.

Sensory Sensitivity 

Autismo ricerca: I bambini autistici percepiscono due volte piu’ velocemente del normale i movimenti

autismo percezione movimentiAutismo ricerca: Gli autistici avrebbero una percezione dei movimenti due volte piu’ rapida.
Secondo uno studio, gli autistici avrebbero delle capacità sensoriali piu’ sviluppate rispetto a quelle degli altri bambini. Un bambino autistico percepisce un semplice movimento due volte piu’ rapidamente rispetto ad un altro bambino. Secondo i ricercatori, questa ipersensibilità spiegherebbe perchè alcuni autistici sono molto sensibili alle luci brillanti e ai rumori molto intensi. “L’autismo è come una malattia sociale: i bambini autistici, si sforzano di stabilire delle relazioni sociali, ma quello che noi trascuriamo è che la nostra conoscenza del mondo avviene attraverso i sensi. E queste differenze nella percezione possono dunque avere un forte impatto sulla comunicazione sociale” spiega Duje Tadin, uno degli autori della ricerca.
20 bambini autistici e 26 bambini normali di un età compresa tra gli 8 e i 17 anni hanno guardato dei brevi video clip, e dovevano indicare la direzione di alcune barre bianche e nere in movimento. Quando un partecipante indovinava, il video seguente era piu’ corto e piu’ difficile. Se un partecipante sbagliava i video diventavano piu’ lunghi e piu’ facili. La velocità della percezione dei movimenti nei bambini è stata cosi’ misurata. ” I bambini autistici hanno ottenuto perfomance migliori, molto migliori: 2 volte piu’ veloci degli altri “, assicura Jennifer Foss-Feig, co-autrice dello studio. Questo aumento dei sensi puo’ causare sovraccarichi sensoriali. In effetti, il cervello frena normalmente gli stimoli sensoriali troppi intensi. Per delle attività di base queste ” capacità superiori ” sono un asso nella manica, ma quando i compiti diventano piu’ complessi, diventano un problema e possono causare una sorta di blocco.
Fonte: Journal of Neuroscience
Tradotto da Mondo Aspie, fonte Parents.fr 13/05/2013