Autismo: Genitori di un ragazzo Asperger organizzano missione umanitaria in Marocco

missione autismo maroccoGennaio 2014. I genitori di un ragazzo con sindrome di Asperger hanno organizzato una missione umanitaria in Marocco per aiutare le famiglie marocchine povere ad affrontare l’autismo. Adrien è un ragazzino sorridente e molto gentile di 11 anni. Vive a Mios con i suoi genitori ed è impossibile a prima vista accorgersi della sua differenza. Ma due anni fa, non era la stessa cosa, spiega la sua mamma, Isabelle Cousteau. ” Adrien non avrebbe potuto dirci buongiorno e parlare “.  Adrien ha la sindrome di Asperger, un disturbo dello spettro autistico caratterizzato da difficoltà significative nelle interazioni sociali. Adrien è uscito dal suo isolamento grazie al metodo ABA (applied behavioral analysis o analisi del comportamento applicata), una delle terapie utilizzate nei casi di autismo. Un metodo americano non riconosciuto in Francia, e come spiega la mamma  Isabelle, ” è stato miracoloso ” per Adrien. “Il metodo ABA è basato sulla ricompensa. E per questo viene denigrato. E invece ha permesso ad Adrien di fare e di vivere cose prima impossibili “. Come tutti i genitori di bambini con autismo, Isabelle e Gilles Costeau vivono da un 11 anni un vero percorso ad ostacoli. “Adrien è rimasto ipotonico fino a otto mesi, poi, si è messo ad urlare. A due anni mi hanno detto che dovevo smettere di preoccuparmi e lasciarlo fare. Il primo anno di asilo è stato catastrofico. Poi ci hanno parlato di disturbi dello sviluppo, i genitori di una ragazza già grande che purtroppo non ha fatto il nostro stesso percorso “.  I Costeau sapevano che le risposte erano altrove. ” Metteva le macchinine in fila in cerchio, per ordine di grandezza, di colore e se ne spostavamo una, sapeva quale macchinina mancava. Non ci potevano essere imprevisti nella giornata e non potevamo rispondere ” non lo so ” alle sue domande “, spiega la mamma infermiera pediatrica.  Isabelle decide di partecipare a un congresso sull’autismo a Parigi per cercare delle risposte. A 9 anni, Adrien viene diagnosticato come un bambino con disturbi dello spettro autistico. Isabelle, finisce per diagnosticare il figlio da sola. Convinta delle sue capacità fuori dal comune, sospetta la sindrome di Asperger che verrà confermata successivamente. I genitori di Adrien sono stati contattati sulla loro pagina Facebook da alcune famiglie marocchine che cercavano soluzioni all’autismo. E come l’anno scorso, i Costeau parteciperanno ad una missione umanitaria che consiste nel portare dei supporti pedagogici APA e Montessori, strumenti che hanno permesso ad Adrien di imparare a leggere e scrivere. Il loro obbiettivo: sponsorizzare un bambino autistico in Marocco . ” L’anno scorso ho visitato un centro dove venivano accolti ragazzi handicappati, autistici e Down, ma niente veniva loro proposto “, spiega Gilles , che da due anni attraverso Super cinq raid, finanzia delle associazioni locali. Quest’anno il sogno si avvera, i Costeau distribuiranno i supporti pedagogici, forniture scolastiche, vestiti e materiale medico. Una battaglia in piu’ per una famiglia che non ha mai abbassato le braccia.

Tradotto e riadattato da Mondo Aspie, fonte: Sudouest.fr

Annunci

One Comment on “Autismo: Genitori di un ragazzo Asperger organizzano missione umanitaria in Marocco

  1. Leggo davvero molto volentieri queste vicende, per il fatto che l’ottica si sposta dal problema del singolo (una mia… fissazione) a quello non meno importante della famiglia, dell’ambiente…

    Mi piace

Lascia un commento se ti va :

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: