Autismo: Gli autistici, nuovi nerds delle aziende svizzere

images Le aziende svizzere e tedesche specializzate in informatica assumono un numero crescente di autistici. Un settore dove questa condizione diventa un vantaggio.
Secondo la rivista digitale Swiss.info, le società elvetiche specializzate in informatica reclutano attivamente persone con la sindrome di Asperger. Una forma di autismo senza deficit intellettivi. “I punti in comune tra gli autistici e i programmatori? Una grande capacità di concentrazione su tutto cio’ che riguarda numeri e schemi, cosi’ come la dipendenza a svolgere compiti ripetitivi.
Molte delle persone che presentano un disturbo dello spettro autistico ( ASD ) hanno molta affinità con i test dei software, lo sviluppo delle applicazioni, la programmazione e il lavoro di back-office. Nell’informatica pensiamo molto in termini di si e no. E questo è molto analitico, molto chiaro e strutturato, l ‘ideale per le persone autistiche”. spiega a Swissinfo Thomas van der Stad della Specialisterne Svizzera.
Corsa all’autistico
Il mestiere di programmatore inoltre, offre un ambiente favorevole alle persone autistiche :
” non devono adattarsi alle norme abitualmente in vigore nei ambienti di lavoro, come essere in grado di lavorare in gruppo, essere empatici, sapere gestire lo stress oppure essere flessibili”, prosegue Thomas van der Stad. La filiale Svizzera della sua azienda propone anche corsi di formazione in informatica della durata di quattro anni per persone con disturbi dello spettro autistico . La società danese Specialisterne è all’avanguardia in questo campo e la maggior parte dei suoi dipendenti ha la sindrome di Asperger. In Germania, l’azienda Auticon ha assunto delle persone autistiche per testare dei software. Il 21 maggio 2013, la SAP leader mondiale sul mercato dell’informatica, è entrata nella “corsa all’autistico”. Nel maggio scorso, la società ha annunciato che assumerà da qui al 2020, 650 persone autistiche, cioè , 1% dei suoi dipendenti (65.000). Il lavoro dei nuovi assunti ? Testare software, programmare e verificare la qualità dei prodotti dell’azienda.
Ti potrebbe anche interessare:
Autismo Germania: Auticon, l’azienda che scommette sulla sindrome di Asperger
Autismo ed Economia: Gli autistici come consulenti
Autismo: Gli autistici hanno una marcia il piu’ e il colosso SAP li assume
Sindrome di Asperger e lavoro di Beta Tester

Tradotto e riadattato da Mondo Aspie, Fonte fr.myeurop.info

Autismo: L’ossitocina per il trattamento della Sindrome di Asperger

L’ormone ossitocina potrebbe essere utilizzato un giorno per il trattamento della Sindrome di Asperger, una forma di autismo detta ad alto funzionamento, ha dichiarato la ricercatrice del CNRS, Angela Sirigu durante una conferenza stampa nella quale ha ricevuto il Premio Marcel Dassault per la ricerca sulle malattie mentali attribuito dalla Fondazione FondaMentale e il gruppo Dassault.

Le persone con la Sindrome di Asperger hanno delle capacità intellettuali normali o superiori alla media ma grandi problemi di comunicazione e interazione con gli altri. Ed hanno anche difficoltà ad interpretare le reazioni degli altri.

L’ossitocina è un ormone che favorisce il parto e l’allattamento. E gioca anche un ruolo nei comportamenti sociali ed emotivi. E’ disponibile in formato iniettabile ( utilizzata per accellerare il parto) in Francia e sotto forma di spray nasale in altri paesi come la Svizzera.

Lo studio che darà ad Angela Sirigu la nomina di “ricercatore dell’anno” è stato pubblicato nel 2010 nella rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Con Elissar Alessandri  e i suoi colleghi del CNRS e dell’Inserm, ha dimostrato un effetto positivo dell’ ossitocina, somministrata per via nasale, sul comportamento sociale di 13 persone con sindrome di Asperger. Queste persone si sono adattate meglio al contesto sociale e in misura dell’identificazione del comportamento cooperativo degli altri rispetto ai partecipanti a cui era stato somministrato un placebo.

Attualmente l’ossitocina ha un’azione molto limitata nel tempo (90 minuti). Altre ricerche saranno necessarie prima di prendere in considerazione un possibile trattamento.

Tradotto da Mondo Aspie, Fonte: Psychomédia.qc.ca