Autismo Lussemburgo: Adolescente con la Sindrome di Asperger crea applicazione per iPhone e iPad

Lussemburgo: Un adolescente Aspie di 16 anni con la passione per l’informatica , ha creato l’applicazione “schermo +” (écran plus) ,  per iPhone e iPad che puo’ essere  scaricata dall’APP Store iTunes.

L’applicazione “schermo piu’ ” è un nuovo navigatore per iPhone e iPad che permette di navigare piu’ facilmente su internet ed è facilissimo da utilizzare. In piu’ supporta molte delle funzionalità di HTML5 ed ha superato il test ACID3 con il 100% di riuscita. Inoltre supporta anche video HTML5.

Cliccando sul logo dell’applicazione accederete in una pagina bianca dove digiterete l’indirizzo web che desiderate visitare. Lo schermo è piu’ largo e l’utilizzo è molto piu’ intuitivo del navigatore tradizionale dell’iPhone.

Nome : Ecran plus
Prezzo: 1.59 €
Link a App Store: Versione iPhone o iPad

Tradotto  e riadattato da Mondo Aspie, Fonte Next51.net

Annunci

Sindrome di Asperger: Kyle Koleman, la popstar che non parlava

Kyle è un ragazzo fortunato a vivere in Inghilterra. In Italia, ai ragazzi con la Sindrome di Asperger se tutto va bene sbagliano le diagnosi, gli propinano psicofarmaci, gli annientano l’autostima e li fanno regredire perchè vogliono omologarli agli altri invece di valorizzare i loro punti di forza !

Kyle Coleman  ha 25 anni, è inglese e soffre di quella che gli studiosi chiamano Sindrome di Asperger . Una forma di autismo che gli impedisce le relazioni con il mondo esterno tanto da essere diventato quasi muto. Invece Kyle ora ha inciso un album  dal  “Therefore I Am”, scaricabile da iTunes. Kyle non parla, ma canta e lo fa benissimo. Tutto grazie a una fondazione che difende e promuove gli autistici inglesi, dove il ragazzo è stato letteralmente salvato dalle lezioni di musicoterapia

I video girano già su Youtube e Kyle è diventato una vera star: la cosa incredibile è che solo attraverso le canzoni riesce a comunicare al mondo, come in “Just Listen “, che, secondo il Sun, parla proprio del comunicare con le persone autistiche.

Nel 2009 Kyle inizia a prendere lezioni di musicoterapia con la terapista Carine Kelley che subito nota la sua capacità musicale: è in grado di riprodurre sulla pianola le melodie che ascolta senza nessuna formazione musicale.

La sua personalità e le sue emozioni brillano mentre lui canta e questo ha reso possibile lo sviluppo di una relazione speciale fra me e lui, e ha permesso alle potenzialità di Kyle di decollare“, dice la terapista.

Felicissima anche la mamma di Kyle che racconta della morte del padre del ragazzo, avvenuta quando lui aveva solo due anni: era un musicista e i geni non mentono.

La musica e il canto “non lo hanno solo trasformato – come si legge sul sito ufficiale- lo hanno curato e continuano a dispiegare le dimensioni delle abilità di Kyle ogni giorno di più“.

Articolo originale qui