Autismo talenti: Cristiano, il pittore autistico che disegna treni

cristiano autismo pittura treniCristiano Verde nasce a Napoli il 4/7/1979. Risiede e vive tutt’ora a Napoli. Egli ha sviluppato fin dalla tenera età una forte passione per i treni. Legge, con grande interesse, libri ed enciclopedie inerenti la materia ferroviaria oltre a consultare siti via internet relativi l’argomento ed a visitare musei ferroviari e stazioni storiche. Si dedica al modellismo ferroviario (plastici, modellini di treni, etc.) usando soprattutto materiale riciclato. Questa sua passione si manifesta anche nell’arte della pittura, infatti, prevalgono le opere inerenti l’ambito ferroviario (treni antichi e moderni, passaggi a livello, ferrovie, stazioni storiche e dismesse etc.).

Cristiano è un ragazzo autistico che trova la sua forma (o libertà) di espressione attraverso il disegno e quindi nell’arte del dipingere dove gli elementi ispiratori della sua immaginazione sono soprattutto i treni che rappresentano un punto di contatto tra i due mondi paralleli e formano un sistema per relazionarsi con il mondo reale.

Inoltre, ha realizzato con successo, anche opere inerenti altre tematiche, esponendole nelle varie mostre sia personali che collettive.

Ha frequentato un biennio presso l’Istituto IPSIA (Elettro-elettronico) e quindi un quinquennio presso  l’Istituto d’Arte “Boccioni” di Napoli e un quinquennio nella Scuola del Nudo in Accademia di Belle Arti di Napoli.

Ha inoltre seguito diversi corsi: ginnastica, nuoto, pianoforte, chitarra, falegnameria, ceramica, pittura.

cristiano treni artista

 

L’AUTISMO – Cristiano è speciale: è un ragazzo autistico che ha scelto di esprimersi dipingendo il suo mondo. Cresciuto nel quartiere di  Fuorigrotta, con stazioni della Cumana e della Metropolitana che hanno stimolato in lui la fantasia. L’artista utilizza colori chiari, vibranti, immagini dei treni immersi nel verde, rappresentazioni oniriche di carrozze e locomotori sospese tra realtà e sogno. Il treno, che resta nell’immaginario collettivo come simbolo del progresso e come simbolo del viaggio, è per Cristiano sia evasione che realtà. «Fin da piccolo ha avuto questa passione – racconta la madre, Anna Verde – da bambino le sue giornate le ha trascorse giocando con i treni. È amante del modellismo e possiede numerosi libri sull’argomento. Poi ha frequentato un corso di pittura, un modo come un altro per tenerlo a contatto con gli altri. Successivamente si è iscritto all’Istituto d’Arte Boccioni e all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Ma la costante sono stati i treni. Spesso progetta stazioni ferroviarie e spera che un giorno siano realizzate. Questo è il suo modo di esprimersi. È molto apprezzato. Ed ha al suo attivo numerosi riconoscimenti».

VITTORIO SGARBI – La prima mostra collettiva risale al 2009. La prima personale nel 2010 alla stazione di Mergellina. Da lì è stato un crescendo con esposizioni in varie località italiane e in numerosi centri della Campania invitato da associazione e accademie. Presente in annuari d’arte i suoi quadri sono esposti in diverse collezioni private e pubbliche, come il Museo ferroviario di Pietrarsa. Nel 2012 è stato selezionato da Vittorio Sgarbi per la pubblicazione “Effetto arte” e successivamente è entrato in altri progetti editoriali del critico d’arte e personaggio televisivo. «Ha i suoi tempi – spiega la mamma –  decide da solo quello che vuole dipingere. Ci sono momenti della vita in cui dipinge di più ed altri in cui, invece, decide di fermarsi. Spesso chiede di andare sui luoghi che decide di rappresentare su tela. Negli ultimi tempi sceglie le stazioni dismesse». L’esempio di Cristiano Verde dimostra come l’arte riesce a battere le barriere e consente a tutti di esprimersi. Il treno diventa metafora della vita, dell’evasione di Cristiano e di tutti coloro che vogliono viaggiare insieme a lui e grazie a lui.

Fonti:  Il sito di Cristiano , Comunicareilsociale.com

Autismo talenti: Bambino autistico disegna a memoria mappa del mondo perfetta

bambino autistico disegna mappa del mondo perfettaIl figlio autistico di una professoressa dell’Università di New York, invitato a seguire una lezione dalla madre, ha stupito tutti gli studenti presenti in aula disegnando a mano libera e col solo ausilio della propria memoria una mappa raffigurante tutto il pianeta in maniera incredibilmente precisa.

Come racconta il sito Bored Panda,  ci troviamo a New York, in una classe universitaria come tante altre. Per un bambino autistico di 11 anni, però, oggi è un giorno molto speciale: sua madre, insegnante, lo ha invitato a seguire una delle sue lezioni.

Quello che accade durante la lezione lascia sbalorditi sia la madre-professoressa che i suoi studenti: il ragazzino improvvisamente si mette in piedi su una sedia ed inizia a disegnare, completamente a mano libera e ricorrendo solamente alla propria memoria, una perfetta riproduzione del pianeta con annessi gli Stati che lo compongono e i confini che li dividono gli uni dagli altri.

bambino autistico disegna mappa del mondo perfetta.jpg 1

Una studentessa, colpita dalla performance del figlio della sua insegnante, scatta una foto all’opera completa; dopo qualche ora la mostra a suo padre e l’uomo decide di condividerla col web tramite Reddit . “Sono stato semplicemente folgorato” – ha commentato.

La foto condivisa da migliaia di persone e diventa  un fenomeno virale.

Fonte: Boredpanda.com, Huffingtonpost.it

Viola ,mamma di Pulce specifica su film e trasmissione del 2 aprile su Rai 3

Autismo-mica-noccioline

In seguito alla mia presa di posizione sulla trasmissione “Ci siamo ” di Rai 3 del 2 aprile e del dibattito che ha avuto seguito dopo la proiezione del film “Pulce non c’è ” ,  Viola , la mamma di Pulce e Gaia , ci ha inviato un suo commento sulla vicenda, che merita  maggiore visibilità , per questo motivo apro questo nuovo post per evidenziarlo .

Questo è ciò che avevo scritto “Autismo:Rai 3 fra informazione tradita e paradosso  , condannando la trasmissione per non aver commentato il film , per non aver informato sui rischi della Comunicazione Facilitata,anzi finendo  per promuovere nella stessa trasmissione un libro scritto con tale strumento .

Questo è il commento che ci ha inviato  Viola Oggero :

Grazie per questo commento. Sono la mamma di Gaia e Pulce , mi chiamo Viola Oggero.

Anche se vi sembrerà improbabile ,la reale storia da…

View original post 340 altre parole

2 Aprile 2015 – Giornata Mondiale della consapevolezza per l’autismo –

DSCN121111081500_870303843025797_6276206407731208878_n11130023_414713548702251_6744106353985136722_n2 Aprile 2015, Giornata Mondiale della consapevolezza per l’autismo.

Evento organizzato a Forlimpopoli (FC).

Insieme all’Associazione Bucaneve per Autismo, la Cooperativa Sociale Lamberto Valli  e Spazio Asperger (iniziativa abbraccia la neurodiversità ) , Mondo Aspie, anche quest’anno  ha condiviso momenti emozionanti . Grazie !

644455_868904503165731_3466390923692455377_n

Mondo Aspie illustra la "futura impresa"  . Correre  202 km di corsa per l'autismo e la sindrome di Asperger.
Mondo Aspie illustra la “futura impresa” . Correre 202 km di corsa per l’autismo e la sindrome di Asperger.

 

 


 

11112581_868905956498919_8963622276565907515_n

 

Autismo e lavoro: Israele onora i propri soldati autistici

autismo soldati israeleMarzo 2015 – È un team scelto. Sono i migliori elementi che operano all’interno del reparto 9900 (il corpo d’intelligence dell’IDF) e sono tutti individui autistici.
Il nome del programma è “Roim Rachok” che in ebraico significa “ben oltre gli orizzonti”.
I soldati dell’unità rappresentano il meglio del meglio. L’esercito israeliano, sempre pronto a lodare i propri soldati con un approccio patriottico che in paesi come l’Italia (a torto) verrebbe interpretato come fanatismo, nella giornata mondiale dedicata all’autismo, loda gli elementi del team RR.

Buona parte delle informazioni che avvolgono l’unità sono classificate, ma è considerata una delle più specializzate dell’intero esercito.
Tutti gli individui soffrono di autismo, ma hanno la capacità di analizzare ed interpretare le immagini satellitari così come le mappe, meglio di qualsiasi soldato non affetto dalla sindrome di Kanner.

Il soggetto affetto da disturbo autistico presenta una marcata diminuzione dell’integrazione socio-relazionale, ma sviluppa un’impressionante capacità nel campo della musica, della matematica e del campo visivo.

Unità ‘RR’: “i nostri straordinari soldati”
“Le incredibili competenze del gruppo d’élite sono essenziali per Israele. Gli undici elementi che compongono il team sono tutti volontari. Il loro servizio tra le fila dell’esercito dura un anno, ma in nove hanno già espresso il desiderio di estendere la permanenza nell’unità. Le eccezionali abilità visive e di analisi sviluppate dai soldati ‘RR’ sono utilizzate dal reparto 9900 per scopi di intelligence, dimostrandosi un programma di successo”.

Fonti: Qelsi.it, Timesofisrael.com

 

Autismo: Lady Gaga, un tuffo ghiacciato per sostenere i Giochi Olimpici Speciali

Chicago Polar Plunge 2015Marzo 2015 – Lady Gaga sostiene le persone autistiche attraverso un tuffo ghiacciato.

Domenica 1 marzo 2015, l’esuberante cantante Lady Gaga ha partecipato ad un evento caritativo in sostegno delle persone con autismo. In questa occasione, non ha esitato a tuffarsi insieme al suo fidanzato Taylor Kinney nelle acque ghiacciate del Lago Michigan, a Chicago, in presenza di 4500 partecipanti.

Battezzato Polar Plunge ( tuffo polare ), questa manifestazione si svolge da ben 140 anni, e dal 1999 si propone per raccogliere fondi tramite l’Associazione organizzatrice Special Olympics, e finanziare i Giochi Olimpici Speciali, che raggruppano un milione di sportivi con disturbi dello spettro autistico provenienti da tutto il mondo.

ladt gaga autismo giochi olimpici specialiL’acqua del lago Michigan era talmente fredda che i capelli di Lady Gaga sono ghiacciati quasi immediatamente. Ma questa prova di coraggio non è stata vana. La presenza della cantante e del suo compagno Taylor, e anche dell’attore Vince Vaugh, ha contribuito ad incrementare la raccolta fondi, in una giornata 980.000 Euro.

Lady Gaga ha postato diverse foto su Instagram e ha commentato: ” Mi sento bene per aver fatto qualcosa di buono per le persone autistiche e per Special Olympics. Donare soldi è un bel gesto, ma lo è anche provare amore verso le persone che se lo meritano ” , ha dichiarato.

Tradotto da Mondo Aspie, fonte: Carenews.fr, Huffingtonpost.fr

500.000 VISITE !

IL SITO MONDO ASPIE HA RAGGIUNTO UN NUOVO TRAGUARDO: 500.000 VISITE !!!
Questo è stato possibile grazie a voi che ci seguite e sostenete.
GRAZIE di cuore a tutti !Mondo Aspie 500.000 visite